Muffin all’arancia con cuore di cioccolato

INGREDIENTI:

  • 200g farina 00
  • 1 yogurt di soia bianco senza zucchero (125 ml)
  • 60g olio di semi di girasole
  • 70g zucchero
  • il succo estratto di un’arancia bio
  • 4g bicarbonatio
  • cubetti di cioccolato fondente q.b.

PROCEDIMENTO:

Mettere nel recipiente della planetaria lo yogurt, lo zucchero e l’olio. Impastare con la frusta fino a ottenere una crema. Aggiungere il succo di arancia e la farina e impastare fino a ottenere un composto denso e omogeneo. Aggiungere il bicarbonato, mescolare ancora per un minuto e l’impasto sarà pronto.

Rivestire di pirottini una teglia per muffin e versare un cucchiaio di impasto per ogni pirotino. Sciacciare leggermente un quadratino di cioccolato al centro di ogni muffin e ricoprire con un cucchiaino di impasto. Il pirottino dovrà essere riempito per 2/3 circa.

Cuocere in forno ventilato a 180 gradi per 20/25 minuti e ripetere il procedimento fino a esaurimento degli ingredienti.

Far raffreddare su una gratella e conservare in una biscottiera con tappo ermetico per massimo una settimana.

Pasticcini vegani

INGREDIENTI:

  • pasta frolla (ricetta qui) (dimezzare le dosi e sostituire il limone con la punta di un cucchiaino di vaniglia)
  • crema pasticciera (ricetta qui) (dimezzare le dosi e sostituire il limone con una punta di cucchiaino di vaniglia)
  • 200g fragole
  • 40g cioccolato fondente
  • 2 cucchiai crema di nocciole
  • 10 foglie di menta
  • 8 nocciole tritate
  • 8 arachini tritate
  • 1 stampo per pasticcini o mini muffin

PROCEDIMENTO:

Stendere con un mattarello la pasta frolla su un piano infarinato fino a ottenere uno spessore di 3mm. Con una tazzina da caffè o un mini coppa pasta tagliare dei cerchi 1cm più grandi del foro dello stampo nella vostra teglia per pasticcini e adagiarne uno per ogni posto nella teglia schiacciandoli leggermente con le mani e ricoprendo perfettamente tutta la superficie.

Cuocere in forno ventilato a 180 gradi per 10 minuti. Togliere i “cestini” cotti e metterli a raffreddare su una gratella. Eseguire lo stesso procedimento appena descritto fino al termine della pasta frolla.

Prendere la crema pasticciera raffreddata e dividerla a metà in due ciotole. Una delle due ciotole dividerla ancora a metà in altre due ciotole. In una di queste due ultime metà unire due cucchiai di crema di nocciole e mescolare bene con un cucchiaio fino a ottenere una crema omogenea. Sciogliere il cioccolato a bagno maria e unirlo all’altra metà di crema, mischiando con una frusta per amalgamare bene il tutto.

Quando i cestini di pasta frolla saranno freddi procedere a riempirli. Mettere un cucchiaino di crema pasticciera in metà dei cestini e decorarli con le fragole tagliate a pezzi e una fogliolina di menta. Riempire alcuni cestini con la crema alla nocciola e decorarli con le nocciole tritate. Infine riempire una sac à poche di crema al cioccolato e decorare i cestini con dei ciuffetti di crema e guarnirli con le arachidi tritate.

Conservare in frigo per qualche ora prima di mangiarli e poi in un contenitore ermetico per 3/4 giorni al massimo sempre in frigorifero.

Se non avete la teglia per pasticcini potete usare i pirottini di carta piccoli per i duffin oppure quelli più grandi per muffin e fare dei pasticcini un po’ più grandi.

Torta Sacher vegana

INGREDIENTI:

  • 120g farina 00
  • 160ml + 70ml di latte soia
  • 25g amido di mais
  • 15g cacao amaro
  • 40g olio di semi
  • 40g zucchero
  • 6g bicarbonato
  • 115g cioccolato fondente
  • 100g confettura di albicocche

PROCEDIMENTO:

Mettere olio e zucchero nel recipiente della planetaria e impastare con la frusta fino a ottenere una “cremina”. Aggiungere 160 ml di latte di soia, la farina, il cacao e l’amido di mais e impastare fino a ottenere un composto denso e liscio. Aggiungere il bicarbonato, impastare un minuto e versare il composto in una teglia ad anello da 17 cm rivestita di carta forno. Cuocere in forno ventilato a 180 gradi per 30 minuti circa (fate la prova stecchino).

Fare raffreddare la torta su una gratella e quando sarà completamente fredda tagliare la torta in due dischi, spalmare sul disco appoggiato alla gratella la marmellata uniformemente e richiudere con il disco superiore.

Se la torta si è alzata troppo in cottura o ha fatto una cupola nel centro, livellare la parte di troppo con un coltello cercando di dare una forma carina alla parte superiore.

In un pentolino portare a bollore 70g di latte di soia, togliere dal fuoco, unire il cioccolato e girare fino a quando si sarà sciolto e avremo ottenuto una crema liscia e densa. Versare la copertura ancora calda nel centro della torta cercando di far raggiungere alla glassa ogni centimetro della superficie da ricoprire. Far raffreddare completamente la glassa sulla gratella e poi conservare la torta in una tortiera di vetro per 3/4 giorni in frigorifero.

A me piace anche variare il gusto della marmellata per farcire la torta e le mie preferite sono con confettura di arance o di lamponi. Provate!

Torta paradiso vegan

INGREDIENTI:

  • 125g yogurt di soia bianco senza zucchero
  • 200g farina 00
  • 30g amido di mais
  • 100g zucchero
  • 50g latte di soia senza zucchero
  • 60g olio di semi di girasole
  • il succo di mezzo limone
  • la buccia di un limone
  • 6g bicarbonato
  • 1 cucchiaino zucchero a velo

PROCEDIMENTO:

Metti in una ciotola l’olio, lo zucchero e mescola con una frusta fino a ottenere una “cremina”. Aggiungi lo yogurt, mescola bene con la frusta e poi aggiungi il succo di limone e mischia fino a ottenere un composto cremoso e uniforme. Aggiungi la farina, l’amido di mais, la scorza di limone e il latte di soia e mischia vigorosamente con la frusta fino a ottenere un composto denso e liscio.

Riscalda il forno a 180 gradi in modalità ventilato e solo quando il forno sarà caldo aggiungi all’impasto il bicarbonato. Mischia per un minuto velocemente con la frusta, versa il composto in una teglia ad anello da 20cm rivestita di carta forno e inforna per 25 minuti.

Far raffreddare completamente la torta su una gratella e infine decorala con zucchero a velo a piacere.

Pane al cioccolato e cannella

INGREDIENTI:

  • 150g lievitino (ricetta qui)
  • 100g farina w350
  • 150g farina tipo 2
  • 50g gocce di cioccolato fondente
  • 100g zucchero di canna
  • 2 cucchiaini di cannella
  • latte di soia q.b.

PROCEDIMENTO:

Mettere nel contenitore dell’impastatrice il lievitino, le farine, lo zucchero e la cannella. Impastare con il gancio unendo a filo e poco per volta il latte di soia, fino a ottenere un composto liscio e omogeneo. Infarinare le gocce di cioccolato e unirle all’impasto impastando sempre con il gancio fino a quando saranno completamente incorporate nel composto.

Preparare un piano di lavoro infarinato e versarvi sopra l’impasto ottenuto. Impastare praticando le classiche pieghe stando attenti a non far fuoriuscire le gocce di cioccolato. Dovremo ottenere un impasto compatto e omogeneo. Ora potrete dare al vostro pane la forma che preferite, una treccia o una classica pagnotta per esempio. Nel caso sceglieste la pagnotta, dopo aver praticato le pieghe dovrete cercare di dargli una forma leggermente ovale aiutandovi con le mani.

Disporre il pane su una teglia da forno rivestita di carta forno e far lievitare in forno spento con luce accesa per 6 ore. Cuocere in forno ventilato a 180° per 30 minuti, il tempo varierà in base alle dimensioni del vostro pane.

Ciambelle di carnevale

INGREDIENTI PER 6 CIAMBELLE:

  • 40g olio di semi di girasole
  • 40g zucchero di canna
  • 100g farina 00
  • 1 bicchiere latte di soia
  • la punta di un cucchiaino di polvere di vaniglia
  • 5g bicarbonato
  • 50g cioccolato fondente
  • 20g nocciole tritate
  • zuccherini colorati a forma di coriandoli

PROCEDIMENTO:

In una ciotola mettere olio e zucchero ed emulsionare bene i due ingredienti con una frusta fino a ottenere “una cremina”. Aggiungere la farina, la vaniglia e il latte e mischiare ancora bene con la frusta fino a ottenere un composto denso e liscio. Ungere la teglia preformata per ciambelle con un pennello unto di olio di semi e riscaldare il forno ventilato a 180°. Aggiungere il bicarbonato al composto ottenuto e amalgamare bene il tutto mescolando vigorosamente con una frusta per qualche minuto.

Con l’aiuto di un cucchiaio riempire le forme per ciambelle riempiendo circa 2/3 della capacità di ogni ciambella. Cuocere in forno ventilato a 180° per 15 minuti circa e poi farle raffreddare, togliendole dalla teglia, su una gratella.

Una volta freddate, sciogliere il cioccolato a bagnomaria, e intingere l’intera superficie della ciambella in quest’ultimo disponendo poi la ciambella sulla gratella. Decorare con le nocciole tritate la superficie oppure con i coriandoli di zucchero e lasciare raffreddare e indurire il cioccolato.

Pangoccioli vegani

INGREDIENTI:

  • 200g lievitino (ricetta qui)
  • 100g farina tipo 2
  • 50g farina di farro
  • 30g olio di semi si girasole
  • 50g zucchero di canna
  • 40g gocce di cioccolato fondente
  • la punta di un cucchiaino di vaniglia
  • 150ml latte di soia senza zucchero

PROCEDIMENTO:

Mettere nel recipiente dell’impastatrice il lievitino, le farine, il burro di cocco ammorbidito, lo zucchero e la vaniglia. Impastare con il gancio unendo a filo e poco per volta il latte di soia tiepido. Quando avrete ottenuto un impasto compatto, liscio e leggermente appiccicoso infarinare le gocce di cioccolato e unirle al composto continuando ad impastare.

Infarinare un piano di lavoro e versarvi sopra l’impasto ottenuto. Impastare con le mani per qualche minuto ripiegando più volte l’impasto su se stesso fino ad ottenere una superficie liscia e compatta. Con un coltello affilato dividere il panetto in 12 pezzi e per ognuno praticare le classiche pieghe fino a pirlare i pangoccioli e a disporli su una teglia rivestita di carta forno a debita distanza l’uno dall’altro. Far lievitare in forno spento ma con luce accesa per 8 ore e poi cuocere in forno ventilato a 180° per 15/20 minuti.

Vegan chocolate chips cookies

INGREDIENTI:

  • 300g farina di farro
  • 60g burro di cocco
  • 40g olio di semi di girasole
  • 100g zucchero di canna
  • 130g cioccolato fondente
  • 8g bicarbonato
  • 15 cucchiai latte di soia

PROCEDIMENTO:

Mettere nel recipiente dell’impastatrice l’olio di cocco, l’olio di semi lo zucchero e 2 cucchiai di latte.

Impastare con la frusta fino a ottenere una “cremina”. Aggiungere lo zucchero, la farina e il latte rimasto e impastare fino a ottenere un composto appiccicoso. Aggiungere il bicarbonato, impastare due minuti e per ultimo unire il cioccolato. Impastare ancora un minuto e il composto sarà pronto. Rivestire una teglia di carta forno e con l’aiuto di un cucchiaio disporre 12 cucchiaiate di impasto su di essa lasciando 3/4 cm tra ogni cookies. Cuocere per 10/15 minuti in forno ventilato a 180° e ripetere il procedimento fino a esaurimento dell’impasto; a me vengo circa 30 cookies e faccio 3 infornate.

Non sono i biscotti più belli del mondo, ma sono sicuramente tra i più buoni che io abbia mai mangiato e i più semplici da realizzare!

Corona alla vaniglia e cioccolato

INGREDIENTI:

  • 300g lievitino (ricetta qui)
  • 200g farina manitoba
  • la punta di un cucchiaino di vaniglia
  • 20g burro di soia
  • 40g burro di cocco morbido
  • 20g olio di semi di girasole
  • 90g zucchero
  • 19 cubetti di cioccolato fondente
  • latte di soia q.b.

PROCEDIMENTO:

Mettere nel recipiente dell’impastatrice il lievitino, la farina, il burro di soia, la vaniglia, il burro di cocco morbido, l’olio e lo zucchero. Impastare con il gancio unendo poco per volta il latte di soia. Dovremo ottenere un impasto liscio e morbido. Dividere l’impasto in piccole palline grandi quanto una noce, a me ne sono venute 19. Prendere una pallina per volta e schiacciarla leggermente con le mani sul piano da lavoro e fare delle pieghe fino a ottenere una cupola solida. Nella parte inferiore alla cupola spingere all’interno un cubetto di cioccolato fondente e ricoprirlo perfettamente con l’impasto del panino. Procedere nello stesso modo per ogni pallina di impasto.

Munirsi di una tortiera ad anello con cerniera e dopo averla imburrata accuratamente posizionare i panini specularmente su due file, ricoprendo tutta la superficie. Se dovessero rimanere dei buchi tra un panino e l’altro non è un problema perchè lievitando ricoprirà l’intera superficie della tortiera. Dovremo solo avere l’accortezza di disporre i panini ordinatamente equidistanti l’uno dall’altro per ottenere una corona alla vaniglia uniforme e bella alla vista.

Lasciare lievitare 8/12 ore in forno spento ma con la luce accesa e successivamente cuocere in forno statico a 180 gradi per 30/40 minuti. Aspettare 10 minuti dopo averla sfornata prima di toglierla dallo stampo e mangiarla tiepida per poter godere del cioccolato fuso.

Pain au chocolat

INGREDIENTI PER 8 PAIN AU CHOCCOLAT:

  • 300g lievitino (ricetta qui)
  • 250g farina w350
  • 50g burro di soia
  • latte di soia tiepido q.b.
  • 20g olio di semi di girasole
  • la punta di un cucchiaino di polvere di vaniglia
  • 100g zucchero
  • 80g burro di cocco
  • una tavoletta di cioccolato fondente da 200g

PROCEDIMENTO:

Mettere nel recipiente dell’impastatrice il lievitino, lo zucchero, 50 gr di burro, la vaniglia e l’olio. Impastare con il gancio unendo il latte tiepido a filo poco per volta. Impastare lentamente fino a che il burro si sarà sciolto e vedremo l’impasto appiccicarsi alle pareti del recipiente. Quando otterremo un impasto profumato, appiccicoso e molto morbido sarà pronto per la sfogliatura. Preparare un piano di lavoro spolverato di farina e versare sopra l’impasto aiutandosi con una spatola. Impastare eseguendo della pieghe fino a che il composto non sarà più troppo appiccicoso da attaccarsi al tavolo o alle mani. A questo punto iniziare la sfogliatura.

Stendere l’impasto con un mattarello fino ad ottenere un rettangolo alto circa 1 cm. Prendere il burro di cocco freddo e adagiare generosamente su tutta la superficie delle fettine di burro fino a ricoprire interamente il rettangolo. Piegare il lembo che sta più in alto di ¼ e il lembo che sta più in basso di un altro quarto. I due lembi che stavano alle estremità ora devono toccarsi. Fare la stessa cosa con il lembo che sta alla nostra destra e quello che sta alla nostra sinistra, pieghiamo il lembo destro di ¼ e il lembo sinistro di un altro quarto fino a che i lembi che prima erano opposti ora si toccano senza sovrapporsi. Pieghiamo ancora a metà da destra a sinistra e stendiamo con il mattarello l’impasto facendo attenzione a non sciogliere il burro e a non farlo fuoriuscire. Una volta ottenuto un altro rettangolo procediamo di nuovo a fare le 4 pieghe fatte in precedenza e a piegare il tutto ancora a metà. Questa procedura va fatta per almeno 5 volte.

Una volta fatte le ultime pieghe stendere con il mattarello per l’ultima volta l’impasto grande come un rettangolo alto circa 1 cm e con una rotella tagliare dei rettangoli più piccoli( a me ne sono venuti 8). Tagliare la tavoletta per la parte corta in tante strisce da 1 cm l’una ( ne dovremo ottenere 16). Prendere un rettangolo di impasto e arrotolare una striscia di cioccolato chiudendo l’impasto su se stesso fino ad arrivare a meta’ della sua lunghezza, poi prendere un altra striscia di cioccolato, posizionare la striscia sul lembo avanzato di impasto e richiudere l’impasto su se stesso schiacciando bene. Procedere cosi’ per tutti i rettangoli e adagiare i pain au chocolat su una teglia rivestita di carta forno. Lasciare lievitare i nostri dolci in forno spento ma con luce accesa per 8/12 ore.

Prima di cuocerli spennellare con del burro di soia e cuocere a 180 gradi in forno statico per 25/30 minuti, o fino a doratura desiderata. Mangiateli caldi ma non troppo, il cioccolato potrebbe scottarvi. Possono essere congelati e scaldati 10 minuti in forno a 180 gradi per dieci minuti o al microonde per un minuto.

A me piace impastarli la sera prima per poi cuocerli la mattina successiva ed avere i miei pain au choccolat caldi e profumati per colazione.