Hummus

INGREDIENTI:

  • 350g ceci precotti
  • il succo di 1 limone medio
  • mezzo cucchiaino di paprika dolce
  • 1 cucchiaio di tahin
  • 6/10 cucchiai di acqua

PROCEDIMENTO:

Mettere i ceci (scolati dalla loro acqua di cottura), la paprika, 6 cucchiai di acqua, la tahina e il succo di limone nel bicchiere del minipimer. Frullare a più riprese fino a formare una crema liscia e abbastanza densa. Se risulta troppo densa aggiungere altri 2/4 cucchiai di acqua e frullare ancora fino a ottenere la consistenza desiderata.

Da questa base potete creare tutti i tipi di hummus che preferite: potete aggiungere pomodori secchi, oppure carciofi sottolio, zucca cotta in forno, spezie come origano o rosmarino, peperoni, capperi o potete variare il legume sostituendolo con fagioli o lenticchie per esempio.

È perfetto per accompagnare verdure crude, per farcire un panino o da servire con verdure cotte e un cereale. Dategli una possibilità perchè poi non lo abbandonerete mai più!

Si conserva in frigo per 3/4 giorni in un contenitore ermetico e io vi consiglio di farlo in anticipo, per gustarlo freddo, condirlo con un filo di olio evo messo al momento sulla superficie e assaporarne il vero gusto inimitabile.

Falafel

INGREDIENTI:

  • 500g ceci secchi
  • 3 cucchiai prezzemolo fresco
  • 1 cucchiaio erba cipollina
  • 1 scalogno grande (o 2 piccoli)
  • Mezza cipolla piccola
  • 2 cucchiaini cumino in polvere
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio evo q.b.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa ammollare i ceci in abbondante acqua per 12 ore, meglio la sera prima per la mattina o la mattina per la sera. Triplicheranno del loro volume, quindi meglio utilizzare una ciotola molto grande con almeno 2/3 di acqua.

Sciacquare i ceci, scolarli e versarli in un mixer insieme al cumino, la cipolla tagliata finemente, lo scalogno, l’erba cipollina, il prezzemolo e sale e pepe a piacere. Frullare il tutto fino a ottenere una consistenza appiccicosa. Potreste dover ripulire i bordi di tanto in tanto mentre frullate e potrebbe servirvi qualche minuto in più per ottenere la consistenza giusta: schiacciando l’impasto tra le dita deve compattarsi, non deve sbriciolarsi; nel secondo caso frullate ancora per qualche minuto.

Rivestite una teglia di carta forno e creare tante palline di impasto della dimensione che preferite, io le ho fatte abbastanza grandi e ne ho ottenute circa 25. Spennellare la superficie di ogni falafel con poco olio evo e infornare in forno statico a 180° per 30 minuti circa, o fino a quando la superficie sarà dorata.

Sono ottimi mangiati con una salsina a base di yogurt di soia senza zucchero, erba cipollina, sale, pepe e un goccio di latte di soia: mischiare il tutto con un cucchiaino e ricoprite i falafel. La stessa salsa è perfetta per farcire un pane pita con i falafel e una foglia di insalata.

La ricetta originale vorrebbe tra gli ingredienti aglio e coriandolo. Io non li amo entrambi e li ho sostituiti con scalogno e erba cipollina ma nessuno vi impedisce di fare sostituzioni anche voi in base ai vostri gusti, basterà che manteniate le dosi.

Si conservano in frigorifero dentro a un contenitore ermetico per una settimana oppure una volta cotti possono essere congelati.

Seitan

INGREDIENTI:

  • 500ml acqua
  • 320g glutine

PROCEDIMENTO:

In una bacinella abbastanza capiente versare l’acqua e unire poco per volta il glutine. Amalgamare bene il tutto con una frusta fino ad ottenere un composto compatto e spugnoso, se necessario aiutarsi con le mani. Dare una forma allungata al nostro panetto di seitan e disporlo in uno strofinaccio da cucina pulito. Arrotolare il panetto nello strofinaccio piegando i lati vuoti del tessuto in modo che il seitan non possa fuorisciure in cottura. Disporre lo strofinaccio in una pentola dai bordi alti, riempiamo di acqua fino a coprire il tessuto e saliamo. Facciamo cuocere per circa 1 ora e mezza girando di 180 gradi lo strofinaccio di tanto in tanto.

Una volta che il seitan avrà raggiunto una consistenza compatta lasciare raffreddare completamente su di un tagliere. A completo raffreddamento potrà diventare il ripieno di ravioli o tortellini (ricetta qui), l’ingrediente principale di un ottimo ragù (ricetta qui) , del seitan stonnato (ricetta qui) o tutto quello che la vostra fantasia vi suggerisce. È uno degli ingredienti più versatili che abbiamo nella cucina vegana, non limitate la vostra fantasia!