Pasta frolla senza glutine

INGREDIENTI:

  • 150g farina di grano saraceno
  • 50g farina di riso
  • 50g farina di mandorle
  • 70g zucchero
  • 60g olio di semi di girasole
  • 3g bicarbonato
  • la punta di un cucchiaino di vaniglia
  • latte di soia q.b.
  • farina di riso per stendere la pasta q.b.

PROCEDIMENTO:

Mettere nel recipiente della planetaria le farine, lo zucchero, l’olio, la vaniglia e il bicarbonato. Impastare con la foglia e se serve aggiungere poco latte di soia per aiutare la formazione della palla di impasto che si deve attaccare completamente alla foglia per essere pronta. Avvolgere la pasta frolla nella pellicola da alimenti e lasciare riposare in frigo per una mezz’ora.

Preparare un piano da lavoro infarinato di farina di riso e con l’aiuto di un mattarello stendere la pasta frolla e creare i dolci che la vostra fantasia vi suggerisce. (trovate molte idee cercando su questo blog)

Cuocere a 180° in forno ventilato per 10 minuti se preparerete dei biscotti o per 30 minuti se preparerete una crostata.

Crema pasticciera vegana

INGREDIENTI:

  • 500ml latte di soia
  • 30g fecola di patate
  • mezzo cucchiaino di curcuma
  • 60g zucchero a velo
  • scorza di un limone

PROCEDIMENTO:

Mettere fecola, zucchero a velo, curcuma e scorza di limone in un pentolino. Unire il latte piano piano girando con una frusta per non far formare grumi. Mettere sul fuoco medio e portare a ebollizione senza mai smettere di girare con la frusta. Far bollire per due minuti mescolando, toglierla dal fuoco, coprirla con un pezzo di pellicola attaccato direttamente sulla crema stessa e far riposare in frigo fino al momento dell’utilizzo.

Pasta frolla vegana

INGREDIENTI:

  • 500g farina (quella che volete)
  • 150g zucchero di canna
  • 125g olio di semi
  • 135g acqua
  • 6g bicarbonato
  • scorza di limone o la punta di un cucchiaino di vaniglia in polvere

PROCEDIMENTO:

Mettere tutti gli ingredienti nel contenitore dell’impastatrice. Impastare con la foglia fino a quando l’impasto si attaccherà alla foglia stessa. Avvolgere la frolla in pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo mezzora.

Ora potete creare ciò che più vi piace, crostate alla marmellata, biscotti, biscotti ripieni., date sfogo alle vostra fantasia.

Piadina vegana

INGREDIENTI PER 3/4 PIADINE:

  • 300g farina 00
  • 3 cucchiai di olio evo
  • 130 ml acqua tiepida
  • mezzo cucchiaino di bicarbonato
  • un cucchiaino raso di sale

PROCEDIMENTO:

Mettere farina, olio, sale e bicarbonato in una ciotola; versare l’acqua sul resto degli ingredienti e impastare con le mani fino ad ottenere un panetto liscio e compatto. Dividere il composto in 3 o 4 parti e formare per ognuno una pallina di impasto. Infarinare leggermente un piano di lavoro e stendere ogni pallina di impasto con il mattarello. A me piacciono un po’ spesse in modo che non diventino troppo croccanti in cottura e le stendo alte circa mezzo centimetro, ma se vi piacciono un po’ più sottili e croccanti vi basterà stenderle spesse 2/3 mm; considerate che in cottura un pochino si alzeranno e formeranno le classiche bollicine tipiche della piadina romagnola.

Riscaldare una padella a fiamma media e quando è ben calda adagiare una piadina per volta e cuocerla per 2 minuti per lato. Potete farcirle subito oppure farle in anticipo e lasciarle raffreddare su una gratella in modo che non faccia condensa e non si bagni la piadina, per poi farcirle quando meglio credete. Potete anche conservarle in frigo in un sacchetto per alimenti per al massimo una settimana o in freezer per 3 mesi.

Farcitele in base ai vostri gusti e alla vostra fantasia, la mia preferita è con cavolfiore saltato in padella, carciofi e zucchine grigliate!