Hummus

INGREDIENTI:

  • 350g ceci precotti
  • il succo di 1 limone medio
  • mezzo cucchiaino di paprika dolce
  • 1 cucchiaio di tahin
  • 6/10 cucchiai di acqua

PROCEDIMENTO:

Mettere i ceci (scolati dalla loro acqua di cottura), la paprika, 6 cucchiai di acqua, la tahina e il succo di limone nel bicchiere del minipimer. Frullare a più riprese fino a formare una crema liscia e abbastanza densa. Se risulta troppo densa aggiungere altri 2/4 cucchiai di acqua e frullare ancora fino a ottenere la consistenza desiderata.

Da questa base potete creare tutti i tipi di hummus che preferite: potete aggiungere pomodori secchi, oppure carciofi sottolio, zucca cotta in forno, spezie come origano o rosmarino, peperoni, capperi o potete variare il legume sostituendolo con fagioli o lenticchie per esempio.

È perfetto per accompagnare verdure crude, per farcire un panino o da servire con verdure cotte e un cereale. Dategli una possibilità perchè poi non lo abbandonerete mai più!

Si conserva in frigo per 3/4 giorni in un contenitore ermetico e io vi consiglio di farlo in anticipo, per gustarlo freddo, condirlo con un filo di olio evo messo al momento sulla superficie e assaporarne il vero gusto inimitabile.

Falafel

INGREDIENTI:

  • 500g ceci secchi
  • 3 cucchiai prezzemolo fresco
  • 1 cucchiaio erba cipollina
  • 1 scalogno grande (o 2 piccoli)
  • Mezza cipolla piccola
  • 2 cucchiaini cumino in polvere
  • Sale e pepe q.b.
  • Olio evo q.b.

PROCEDIMENTO:

Per prima cosa ammollare i ceci in abbondante acqua per 12 ore, meglio la sera prima per la mattina o la mattina per la sera. Triplicheranno del loro volume, quindi meglio utilizzare una ciotola molto grande con almeno 2/3 di acqua.

Sciacquare i ceci, scolarli e versarli in un mixer insieme al cumino, la cipolla tagliata finemente, lo scalogno, l’erba cipollina, il prezzemolo e sale e pepe a piacere. Frullare il tutto fino a ottenere una consistenza appiccicosa. Potreste dover ripulire i bordi di tanto in tanto mentre frullate e potrebbe servirvi qualche minuto in più per ottenere la consistenza giusta: schiacciando l’impasto tra le dita deve compattarsi, non deve sbriciolarsi; nel secondo caso frullate ancora per qualche minuto.

Rivestite una teglia di carta forno e creare tante palline di impasto della dimensione che preferite, io le ho fatte abbastanza grandi e ne ho ottenute circa 25. Spennellare la superficie di ogni falafel con poco olio evo e infornare in forno statico a 180° per 30 minuti circa, o fino a quando la superficie sarà dorata.

Sono ottimi mangiati con una salsina a base di yogurt di soia senza zucchero, erba cipollina, sale, pepe e un goccio di latte di soia: mischiare il tutto con un cucchiaino e ricoprite i falafel. La stessa salsa è perfetta per farcire un pane pita con i falafel e una foglia di insalata.

La ricetta originale vorrebbe tra gli ingredienti aglio e coriandolo. Io non li amo entrambi e li ho sostituiti con scalogno e erba cipollina ma nessuno vi impedisce di fare sostituzioni anche voi in base ai vostri gusti, basterà che manteniate le dosi.

Si conservano in frigorifero dentro a un contenitore ermetico per una settimana oppure una volta cotti possono essere congelati.

Pesto vegan

INGREDIENTI PER 2/3 VASETTI:

  • 300g basilico
  • 40g pinoli
  • olio evo q.b.
  • sale q.b.
  • pepe q.b.

PROCEDIMENTO:

Riempire il bicchiere del minipimer di basilico schiacciando bene per metterne il più possibile. Mettere i pinoli, 5 cucchiai di olio evo buono, un bel pizzico abbondante di sale e abbondante pepe. Frullare con il minipimer fino a ottenere un pesto cremoso e di un bel verde lucente (frullare il minimo indispensabile. Se il basilico si scalda diventerà marroncino. Buono lo stesso ma poco carino esteticamente). Mettere il pesto nei vasetti di vetro picchiando leggermente sul piano di lavoro per togliere l’aria, pulire bene i bordi del vaso non ricoperti di pesto con un pezzettino di carta da cucina e ricoprire completamente di olio. Chiudere bene con il tappo ermetico e riporre in frigo.

Ogni volta che userete un po’ di pesto pulire bene i bordi interni del vasetto con carta da cucina e ricoprire ancora di olio. Sembra molto olio, ma in realtà non ne verrà sprecata neanche una goccia perché servirà per condire i vostri piatti.

Si conserva in frigo fino a un anno.

Formaggio spalmabile

INGREDIENTI:

  • 500g yogurt di soia senza zucchero
  • sale q.b.

PROCEDIMENTO:

Rivestire un colino a maglie strette con una garza e adagiarlo su di una ciotola che possa contenere il liquido senza che il colino tocchi il fondo del recipiente. Versare lo yogurt sulla garza e ricoprirne la superficie di sale. Lasciare colare in frigo per 48 ore.

Una volta trascorso il tempo indicato avrete un formaggio spalmabile utilizzabile in mille modi. Può essere arricchito da erbe aromatiche come erba cipollina o salvia e essere spalmato su un crostino o come salsa per un pinzimonio, oppure può essere utilizzato come formaggio insieme a degli spinaci per preparare dei cannelloni o dei tortelli o ancora per condire una semplice pasta al posto di usare condimenti piu’ grassi come panna o besciamella. Insomma è il formaggio più versatile che esiste!

L’acqua che raccoglierete nella ciotola sottostante colata dal formaggio è un ottimo alleato per aiutare la lievitazione dei vostri panificati con lievito madre, provare per credere!

Besciamella vegana

INGREDIENTI:

  • 500ml di latte di soia non zuccherato
  • 40g olio evo
  • 40g farina 00
  • un pizzico di noce moscata
  • un pizzico di sale

PROCEDIMENTO:

Scaldare l’olio in un pentolino. Quando è caldo spostare il pentolino dal fuoco, versare la farina e la noce moscata e girare vigorosamente con una frusta fino ad ottenere una sorta di polentina. Rimettere sul fuoco medio, versare il latte e girare continuamente con la frusta fino a bollore. Aggiustare di sale, far bollire 2 minuti sempre mescolando e la besciamella sarà pronta.

Maionese vegana

INGREDIENTI:

  • il succo di mezzo limone
  • 1/4 di latte di soia non zuccherato
  • 3/4 di olio di semi di girasole
  • sale e pepe q.b.
  • una punta di cucchiaino di curcuma

PROCEDIMENTO:

Mettere tutti gli ingredienti in un bicchiere da frullatore ad immersione e frullare il tutto con movimenti del braccio dall’alto verso il basso fino ad ottenere una maionese compatta.

Conservare in frigo per un massimo di 4/5 giorni.

Seitan stonnato

INGREDIENTI PER IL SEITAN:

  • 500ml acqua
  • 320g glutine

INGREDIENTI SALSA STONNATA:

  • 320g ceci cotti
  • 200g yogurt di soia senza zucchero
  • 3 cucchiai di capperi sotto aceto
  • 2 cucchiaini di aceto dei capperi
  • 2 cucchiai di senape
  • il succo di un limone

PROCEDIMENTO PER IL SEITAN:

In una bacinella abbastanza capiente versare l’acqua e unire poco per volta il glutine. Amalgamare bene il tutto con una frusta fino ad ottenere un composto compatto e spugnoso, se necessario aiutarsi con le mani. Dare una forma allungata al nostro panetto di seitan e disporlo in uno strofinaccio da cucina pulito. Arrotolare il panetto nello strofinaccio piegando i lati vuoti del tessuto in modo che il seitan non possa fuorisciure in cottura. Disporre lo strofinaccio in una pentola dai bordi alti, riempire di acqua fino a coprire il tessuto e saliare. Cuocere per circa 1 ora e mezza girando di 180 gradi lo strofinaccio di tanto in tanto.

Una volta che il seitan avrà raggiunto una consistenza compatta lasciare raffreddare completamente su di un tagliere. A completo raffreddamento tagliare a fettine sottili ma non troppo e disporlo su un piatto da portata pronto ad essere terminato con la salsa che andremo a preparare.

PROCEDIMENTO SALSA STONNATA:

Disporre tutti gli ingredienti in un bicchiere da mixer e frullare con un frullatore a immersione con movimenti dall’alto verso il basso fino ad ottenere una salsa liscia ed omogenea.

Versare la salsa sul seitan e lascia riposare in frigo per un paio d’ore.